Modulo in caricamento, attendere...

Modulo: pages, Dimensione: 14,12 Kb

vai al nuovo forum di truckmodel.it
M E N U
 
 

LOGIN
 

Username:

Password:



Inserisci il codice:


Registrati gratuitamente
Password dimenticata?


 

ISTRUZIONI TAMIYA
 

Nuova sezione interamente dedicata alle istruzioni dei nostri truck.
Entra


 

NEWS
 
 

STATS
 

 


 

 

COSTRUIAMO UN SALDATORE

Dario Colaiacomo - rctank - Dario Colaiacomo - rc-tank - Dario Colaiacomo - tank - rc

STEP 1

Mi accingo a descrivere un'attrezzo che a prima vista potrebbe apparire inutile e superfluo, però per averlo provarto e realizzato gia'da molto tempo posso tranquillamente smentire questa prima impressione. Si tratta di un saldatore ,come dice il titolo di questo post,autocostruito con una spesa minima ed è adatto per fare mini saldature sia a stagno che ad argento. Le saldature dopo che si è appresa un po di confidenza con l'attrezzo possono essere veramente invisibili e soprattutto possono essere fatte a distanza di pochi millimetri una dall'altra senza compromettere quella precedente. Questa è una foto dell'attrezzo:

Dario Colaiacomo - rctank - Dario Colaiacomo - rc-tank - Dario Colaiacomo - tank - rc

STEP 2

Come si puo' vedere si tratta di uno scatolotto in alluminio con un'interruttore per la 220V ed un led come spia di accensione. Dalla scatola partono due grossi fili, uno con un morsetto a coccodrillo ed un'altro con una "matita" che descriveremo in seguito. All'interno della scatola non c'è altro che un trasformatore bello potente,quello che ho montato li dentro forniva 12V con una corrente di 10A, quindi 120W. Ho modificato il trasformatore riducendo la tensione di uscita da 12V a 4V semplicemente togliendo spire di rame dall'avvolgimento secondario,mi sembra in ragione di 6 spire per ogni Volt quindi:
12-4= 8Volt quindi 8x6=48 in teoria 48 spire in meno per ottenere 4V,la corrente invece rimarra'sempre di 10A.

Dario Colaiacomo - rctank - Dario Colaiacomo - rc-tank - Dario Colaiacomo - tank - rc

STEP 3

spire intendo questo,rimuovere la carta che chiude il pacco dell'avvolgimento del trasformatore, si metterà a nudo il filo di rame dell'avvolgimento secondario,da li si taglia uno dei due fili che vanno all'uscita e si comincia a svolgere il filo.Consiglio comunque di misurare con un volmetro od un tester mano mano che si procede. E' ovvio che se si dispone di un trasformatore già fatto tutto quello su descritto non serve. Non si può usare una batteria perchè la si sottoporrebbe ad uno sforzo eccessivo e si rovinerebbe o peggio.

Dario Colaiacomo - rctank - Dario Colaiacomo - rc-tank - Dario Colaiacomo - tank - rc

STEP 4

Una volta ottenuto il voltaggio desiderato si collegano i fili del trasformatore a due connettori, ed il gioco è fatto. Da notare che non si usa nessun ponte a diodi o raddrizzatori di sorta,la corrente è alternata,il positivo o negativo non ha importanza. Quella che ho chiamato matita altro non è che un'attrezzo che serve per tenere un carboncino ed un'attacco per il filo che va al trasformatore.Il carboncino altro non è che il centrale di una ex batteria da i, 5 volt,aperta e privata del suo core centrale fatto appunto con un carboncino. Prima di arrangiarlo su di un manico in legno (per isolare la mano dal calore) va appuntito da una parte.

Dario Colaiacomo - rctank - Dario Colaiacomo - rc-tank - Dario Colaiacomo - tank - rc

STEP 5

Per saldare si procede cospargendo i pezzi con pasta salda,un morsetto su uno dei due pezzi da saldare, si poggia la matita e lo stagno sul punto da saldare che immediatamente si forma uno spot a calor rosso che fonde ed espande lo stagno, ed in pochi secondi la saldatura è fatta, questa è la sequenza, da step 3 a step 5.

Dario Colaiacomo - rctank - Dario Colaiacomo - rc-tank - Dario Colaiacomo - tank - rc

STEP 6

In conclusione posso dire che nei miei modelli almeno il 50% delle saldature sono fatte con questo attrezzo speciealmente quei particolari che non sono strutturali ma solo estetici. Per usare l'argento si deve prendere la bacchetta di lega ottone argento e grattarla con una lima, la polvere che si ottiene va mischiata con il borace che è un flussante, la pasta ottenuta cosparsa in piccola quantità sui pezzi da saldare, il resto del procedimento è uguale alla saldatura a stagno.

 Per Truckmodel.it by Dario Colaiacomo  
 
  TORNA INDIETRO VAI AVANTI

 Articoli Correlati

 
 

 

 

 

Community
 

Utenti registrati: 2947
Registrati oggi: 0
Utenti online: 0
Visitatori online: 1647
Ultimo iscritto: biancavf11


 

Lingua
 

Lingua identificata:
IT
Cambia lingua


 

PARTNER
 

 


 

NEWS LETTER
 
Unisciti alle centinaia di utenti che ricevono la nostra newsletter per essere sempre informato su tutte le ultime novità del nostro portale.


 

DONAZIONE
 

 


 

FACEBOOK