Modulo in caricamento, attendere...

Modulo: pages, Dimensione: 14,12 Kb

vai al nuovo forum di truckmodel.it
M E N U
 
 

LOGIN
 

Username:

Password:



Inserisci il codice:


Registrati gratuitamente
Password dimenticata?


 

ISTRUZIONI TAMIYA
 

Nuova sezione interamente dedicata alle istruzioni dei nostri truck.
Entra


 

NEWS
 
 

STATS
 

 


 

 

I PENNELLI

 

 COSA SONO I PENNELI?
Tutti sappiamo cosa sono i pennelli e tutti sanno a cosa servono, ma non tutti sanno che i pennelli hanno caratteristiche molto diverse. A questo punto iniziano le prime perplessità, le prima domande sono: quale pennello scegliere, con quali dimensioni e sopratutto deve essere sintetico o naturale?

 COME SONO FATTI

 

Diciamo subito che trovare un buon pennello non è cosa facile, perchè oggi il mercato offre prodotti simili a prezzi notevolmente diversi. Sappiate che una delle caratteristiche fondamentali di un buon pennello è dato dalla qualità del pelo e sopratutto dalla capacità di non perderli durante l'utilizzo.Un'altro fattore determinante di un pennello è la caratteristica del pelo che deve essere necessariamente  naturale e sopratutto morbido.

 I PENNELLI NATURALI

 


 I PENNELLI SINTETICI

 

I pennelli sintetici, sicuramente più econimici, conservateli per quei lavoretti che non comportano l'uso di pitture, insomma usateli solo per pulire. Per l'acquisto è bene rivolgersi in negozi specializzati di modellismo e/o belle arti. In genere è bene avere a portata di mano un discreto assortimento (per forma e dimensione) di questi pennelli, anche in questo caso vige la regola ( aspettare l'esigenza e poi provvedere all'acquisto).

 LE MISURE

 

Un pennello 00 uno 1 ed un 2 per i pezzi di piccole o modeste dimensioni 5 o 6 per le medie dimensioni, 9 o 10 per le grandi dimensioni ( piu’ avanti con l’esperienza, giudicherete da soli quale dimensione vi serve ) la scelta di quest’ultimi e’ ahime’,  orientata sui pennelli di martora costosissimi ma cosi’ morbidi che invece di usarli comincierete a toccarli e a godere della loro morbidezza.

 PRIMA DI USARLI

 

Una operazione basilare prima di usare i pennelli nuovi direttamente e’ lavarli con acqua e sapone, asciugarli delicatamente con uno scottex, ‘rodarli’ su un un pezzo di plastica con le vernici da noi scelte. Facendo questa operazione permettiamo al pennello di ‘assestarsi’ cioe’ di perdere subito i peli superflui non sul nostro modello ma sulla plastica-cavia, il consiglio ‘rodaggio’ vale per i pennelli da 2 in su’ i 0 e gli 1 saltano la fase rodatoria sono cosi’ sottili che se perdono il pelo che resta  che qualita’ avete scelto ?

 COME CONSERVARLI

 

Durante l’uso il pennello tende ad indurirsi in quanto la vernice depositata sullo stesso tende a seccarsi  per cui prima di tutto non ‘tuffate’ il pennello nel barattolo di vernice fino al manico, immergete solo la punta e se la vernice e’ troppo densa, diluitela con un po di diluente adatto, se poi e’ secca, gettatela via senza pensarci su’ la vita di un barattolo aperto per la prima volta e richiuso e’ mediamente di qualche mese o piu’ ma la prestazione della vernice ‘vecchia’ e’ scarsa, essa fa i grumi, e’ decomposta na’ schifezza ! ( di questo ne riparleremo al momento delle vernici ) dicevo, il pennello si indurisce allora un bagnetto nel diluente di pulitura prima di proseguire. Normalmente il pennello lavora di punta per cui mano leggera mentre li usate, esso deve leggermente flettere a contatto con la superficie da verniciare ma LEGGERMENTE !

 

 

Una volta finito l’uso, la pulizia e qui’ ORRORE, ho visto alcuni che immergono il pennello nel diluente e lo lasciano con la punta che tocca il fondo del barattolo per ore o che ancor piu’ orrore, schiacciano il pennello sul fondo per pulirlo per bene, risultato, nel primo caso la punta si storce irrimediabilmente nel secondo caso il pennello ha la punta a forma di ‘fungo atomico’ con i peli ognuno per conto suo, in tutti e due i casi e’ da gettare, esso ha perso la sua precisione, siccome e’ un peccato buttar via per incuria, un po di delicatezza ed i vostri pennelli vi dureranno parecchi anni, per questo lavate il pennello facendolo scorrere lungo le pareti del barattolo del diluente immergendolo nello stesso ma senza toccare il fondo con la punta.

 IL DILUENTE

 

Come diluente di pulitura io uso dell’acquaragia ( ovviamente quando uso vernici sintetiche ed un diluente speciale o acqua quando uso le acriliche)  che, essendo leggermente oleosa tiene i peli del pennello morbidi, durante l’uso questo tipo di lavaggio basta, ma quando volete conservarli per un po di tempo lavateli con acqua e sapone. Una finezza un po’ maniacale che io uso e’ avere due set di pennelli uno per le vernici metallizzate ed uno per le vernici  classiche, questa finezza la adotto dopo aver notato con disappunto che usando lo stesso pennello per tutt’e due i tipi di vernice, al momento di usare le vernici classiche, una leggerissima patina di metallizzato veniva depositata assieme al colore e questo perche’ il metallizzato resta sempre tra i peli del pennello.

 NOTE

 

Ultima avvertenza. Non usate i pennelli per miscelare i colori  ( viziaccio maledetto ) usate degli stuzzicadenti o un bastoncino di plastica.

 

 


 

 


 

 

 

 

 


 

 


 

 

 

 

 

 

Community
 

Utenti registrati: 2971
Registrati oggi: 0
Utenti online: 0
Visitatori online: 556
Ultimo iscritto: Rimsguemn


 

Lingua
 

Lingua identificata:
IT
Cambia lingua


 

PARTNER
 

 


 

NEWS LETTER
 
Unisciti alle centinaia di utenti che ricevono la nostra newsletter per essere sempre informato su tutte le ultime novità del nostro portale.


 

DONAZIONE
 

 


 

FACEBOOK